Stai visualizzando : Reanimazione, Reanimazione, e / o altri articoli relativi alla tua ricerca Vomito feci. Scopri le migliori soluzioni per la medicina con revivan,anuria,oligoanuria,eparina non frazionata,atropina,xilocaina,febbre intermittente,porpora.

14 risultati per la ricerca di: vomito feci

1

Vomito

Il vomito è l’espulsione forzata, attraverso la bocca, del contenuto gastrico; può essere preceduto da nausea (sensazione di vomito imminente e di disgusto per i cibi), pallore cutaneo e scialorrea. Eziologia • Patologie dell’apparato digerente: ostacolo al transito esofageo (diverticoli, tumori, cardioacalasia, stenosi cicatriziale), esofagite, ulcera peptica, gastrite acuta, gastro-enterite, tumori gastrici, sindrome dell’ansa afferente, […]

2

Addome acuto

Con il termine addome acuto si indicano quelle situazioni cliniche, a insorgenza acuta, caratterizzate da dolore addominale intenso associato a turbe della motilità intestinale, irritazione peritoneale e shock. Eziologia • Appendicite acuta • Diverticolitc • Infarto intestinale • Ostruzione intestinale • Colecistite acuta • Rottura splenica • Infarto della milza • Pancreatite acuta • Perforazione […]

3

Oligo-anuria

Viene definita oliguria una diuresi inferiore a 400 mi nelle 24 ore mentre per anuria si intende una diuresi inferiore a 100 mi nelle 24 ore. L’anuria escretoria (impossibilità di emissione dell’urina per ostacolo a monte della vescica) deve essere differenziata dalla ritenzione urinaria (impossibilità di emissione dell’urina contenuta in vescica). Classificazione L’oligo-anuria viene distinta […]

4

Botulismo

il botulismo è una malattia infettiva sostenuta dal Clostridium Botulinum (bacillo Gram-positivo, non capsulato, poco mobile, anaerobio, che si riproduce per endospore). La malattia non conferisce immunità permanente; è frequente, infatti, il verificarsi di più intossicazioni nello stesso soggetto. L’azione patogena del Clostridium Botultnum si esplica attraverso la produzione di una esotossina neurotropa che agisce […]

5

Tossinfezioni alimentari

Le tossinfezioni alimentari sono affezioni dell’apparato gastro-enterico, in genere a decorso acuto, secondarie all’assunzione di cibi contaminati da batteri o tossine batteriche. Le tossinfezioni alimentari insorgono prevalentemente nei mesi estivi. Gli alimenti maggiormente responsabili sono il latte e i suoi derivati, le carni salate, le uova, il pesce, i molluschi, gli insaccati e i cibi […]

6

Crisi epilettica

La crisi epilettica è il quadro clinico, indotto da una scarica neuronale eccessiva e improvvisa, caratterizzato da transitoria alterazione dell’emotività, della funzione motoria e della sensibilità con possibile perdita di coscienza. La scarica neuronale può essere primitiva (idiopatica) oppure causata da: tumori cerebrali, cicatrici cortico-meningee, ipossia cerebrale, malformazioni vascolari, ipoglicemia, febbre, uremia, stato di astinenza […]

7

Emorragia digestiva

Per emorragia digestiva si intende l’emissione, attraverso la bocca o l’ano, di sangue, o materiale contenente sangue, proveniente da un qualsiasi tratto del canale gastro-intestinale. Si definiscono alte le emorragie digestive che originano a monte del legamento di Treitz e basse quelle che originano a valle del legamento di Treitz. In base alla modalità di […]

8

Occlusione intestinale

Per occlusione intestinale (ileo) si intende l’arresto completo della progressione, nel lume intestinale, del contenuto solido, liquido e gassoso (l’arresto incompleto viene indicato con il termine di subocclusione). L’occlusione intestinale può essere distinta in: • meccanica: la progressione del contenuto intestinale è ostacolata da cause endo- o extraluminali. L’ileo meccanico può accompagnarsi a ischemia dell’ansa […]

9

Appendicite acuta

Per appendicite acuta si intende un processo infiammatorio acuto dell’appendice che riconosce, come fattori predisponenti, condizioni locali che favoriscono l’ostruzione (stipsi, briglie congenite, iperplasia linfoide) o condizioni generali (tonsillite, infezioni respiratorie, salpingite). Quadro clinico • Dolore, inizialmente a sede epigastrica o periombelicale, che si localizza, successivamente, alla fossa iliaca destra con irradiazione (coscia destra, ipocondrio […]

10

Traumi

Valutazione di un paziente traumatizzato In presenza di un paziente infortunato occorre stabilire se è cosciente, se respira e se gli batte il cuore. Per stabilire se un paziente è cosciente occorre valutare la sua risposta verbale, motoria e l’apertura degli occhi. Un paziente è cosciente quando: • risponde alle domande che gli vengono rivolte […]