Stai visualizzando : Reanimazione, Reanimazione, e / o altri articoli relativi alla tua ricerca Vomito acido. Scopri le migliori soluzioni per la medicina con revivan,anuria,atropina,oligoanuria,eparina non frazionata,porpora,febbre intermittente,xilocaina.

37 risultati per la ricerca di: vomito acido

1

Vomito

Il vomito è l’espulsione forzata, attraverso la bocca, del contenuto gastrico; può essere preceduto da nausea (sensazione di vomito imminente e di disgusto per i cibi), pallore cutaneo e scialorrea. Eziologia • Patologie dell’apparato digerente: ostacolo al transito esofageo (diverticoli, tumori, cardioacalasia, stenosi cicatriziale), esofagite, ulcera peptica, gastrite acuta, gastro-enterite, tumori gastrici, sindrome dell’ansa afferente, […]

2

Disordini dell’equilibrio acido-base

Acidosi metabolica Condizione caratterizzata dall aumento della concentrazione di indrogenioni nel sangue con conseguente riduzione della bicarbonatemia (< 24 mEq/1) per consumo di ioni bicarbonato (impiegati per ecutralizzare gli acidi di origine esogena o endogena che si accumulano nell'organismo). Eziologia • Abnorme apporto esogeno di acidi (salicilati, metanolo, paraldeide, cloruro di ammonio) • Ridotta escrezione […]

3

Chetoacidosi diabetica

Per chctoacidosi diabetica si intende un grave scompenso metabolico caratterizzato da iperglicemia elevata, acidosi metabolica e iperchetonemia. La chetoacidosi insorge più frequentemente in corso di diabete mellito insulino-dipendente rappresentandone, talvolta, la manifestazione di esordio. Nel determinismo della chetoacidosi diabetica occorre la contemporanea presenza di un deficit, assoluto o relativo, di insulina e di un eccesso […]

4

Coma iperosmolare non chetoacidosico

Il coma iperosmolare non chetoacidosico (CINK) è un grave scompenso metabolico caratterizzato da severa ipergliccmia, iperosmolarità e marcata disidratazione in assenza di acidosi; insorge, più frequentemente, nei pazienti anziani portatori di malattia diabetica non insulino-dipcndentc. Talvolta può insorgere in pazienti non diabetici in seguito a severa disidratazione. Eziologia Le principali condizioni favorenti l’insorgenza della sindrome […]

5

Addome acuto

Con il termine addome acuto si indicano quelle situazioni cliniche, a insorgenza acuta, caratterizzate da dolore addominale intenso associato a turbe della motilità intestinale, irritazione peritoneale e shock. Eziologia • Appendicite acuta • Diverticolitc • Infarto intestinale • Ostruzione intestinale • Colecistite acuta • Rottura splenica • Infarto della milza • Pancreatite acuta • Perforazione […]

6

Emorragia digestiva

Per emorragia digestiva si intende l’emissione, attraverso la bocca o l’ano, di sangue, o materiale contenente sangue, proveniente da un qualsiasi tratto del canale gastro-intestinale. Si definiscono alte le emorragie digestive che originano a monte del legamento di Treitz e basse quelle che originano a valle del legamento di Treitz. In base alla modalità di […]

7

Intossicazione da barbiturici

I barbiturici (tabella 8) sono farmaci che esercitano un’azione sedativo-ipnotica e/o anticonvulsivante potenziando l’azione inibente esercitata dal GABA (acido gamma-aminobutirrico). La durata di azione dei barbiturici viene distinta in breve (4 ore), intermedia (8 ore) e lunga (superiore a 72 ore); la durata di azione dipende dalla lunghezza della catena laterale dell’acido barbiturico. Tabella 8 […]

8

Crisi tireotossica

La crisi tireotossica insorge, più frequentemente, in soggetti ipertiroidei e, in alcuni casi, anche in soggetti apparentemente eutiroidei. Anamnesi L’indagine anamnestica deve ricercare, in un soggetto ipertiroideo, le condizioni che potrebbero scatenare la crisi tireotossica: • tiroidectomia, per morbo di Basedow o per adenoma tossico, in pazienti non sottoposti ad adeguata preparazione preoperatoria • sospensione […]

9

Porpora

La porpora è una malattia caratterizzata dalla comparsa, sulla superficie corporea, di petecchie ed ecchimosi secondarie a un’alterazione della fase vascolare e/o piastrinica dell’emostasi. La porpora, in base all’eziologia, si distingue in vascolare (secondaria a un’alterazione dell’integrità delle pareti dei capillari) e piastrinica. La porpora piastrinica può essere secondaria ad alterazioni piastriniche di natura quantitativa […]

10

Dolore addominale

Il dolore addominale può essere espressione di alterazioni organiche o funzionali di visceri cavi o di organi parenchimatosi contenuti nella cavità addominale; spesso una patologia extra-addominale può manifestarsi con dolore addominale. Si distinguono tre tipi di dolore addominale: – dolore viscerale o splancnico: dolore indotto dall’improvvisa distensione o stiramento di un viscere che comporta la […]