Pubblicati da Dr. Giuseppe

Puntura di imenotteri

I principali imenotteri, la cui puntura può rappresentare una emergenza medica, sono le vespe, le api, e i calabroni. Quadro clinico La puntura di imenotteri determina, a livello locale, la comparsa di: • dolore intenso • pomfo eritematoso pruriginoso. La sintomatologia sistemica, che può insorgere anche con la puntura di un solo insetto, è caratterizzata […]

FUROSEMIDE (Lasix f 20 mg; cpr 25 mg)

Caratteristiche La furosemide è un diuretico dell’ansa che aumenta l’escrezione di sodio, potassio e acqua, inibendo il riassorbimento di sodio, a livello del tubulo contorto prossimale e distale e dell’ansa di Henle. Indicazioni Edemi di genesi cardiaca; edemi di origine renale; ipertensione arteriosa di grado leggero o medio; ascite secondaria a cirrosi epatica, imsufficienza cardiaca […]

Chetoacidosi diabetica

Per chctoacidosi diabetica si intende un grave scompenso metabolico caratterizzato da iperglicemia elevata, acidosi metabolica e iperchetonemia. La chetoacidosi insorge più frequentemente in corso di diabete mellito insulino-dipendente rappresentandone, talvolta, la manifestazione di esordio. Nel determinismo della chetoacidosi diabetica occorre la contemporanea presenza di un deficit, assoluto o relativo, di insulina e di un eccesso […]

Emorragia digestiva

Per emorragia digestiva si intende l’emissione, attraverso la bocca o l’ano, di sangue, o materiale contenente sangue, proveniente da un qualsiasi tratto del canale gastro-intestinale. Si definiscono alte le emorragie digestive che originano a monte del legamento di Treitz e basse quelle che originano a valle del legamento di Treitz. In base alla modalità di […]

ATENOLOLO (Tenormin f 10 ml, 5 mg/10 ml; cpr 100 mg)

Caratteristiche L’atenololo è un beta-bloccante che a bassi dosaggi blocca soltanto i recettori p,-adrcncrgici cardiaci (cardioselettività); è privo di attività simpaticomimctica intrinseca. Indicazioni Ipertensione arteriosa; angina pcctoris instabile; aneurisma dissecante dell’aorta; aritmie. Il farmaco è indicato anche nel trattamento dell’infarto del miocardio in quanto, se somministrato precocemente, riduce l’estensione dell’area infartuale, favorisce la remissione del […]

Ematuria

Per ematuria si intende l’emissione di sangue con le urine. L’ematuria può essere macroscopica, se apprezzabile a occhio nudo (urine di colore rosso più o meno intenso), oppure microscopica quando la presenza dei globuli rossi è dimostrabile all’esame del sedimento urinario (dimostrazione, al microscopio, di un numero di globuli rossi supcriore a 3 per campo […]

MORFINA (Morfina cloridrato f 1 ml, 10 mg/ml)

Caratteristiche La morfina è un analgesico oppioidc. Il farmaco esplica anche un’azione vasodilatatrice. Indicazioni Dolore resistente agli analgesici non oppiodi; fase acuta dell’IMA; edema polmonare acuto. Controindicazioni Insufficienza respiratoria; ARDS; etilismo acuto; ileo paralitico; ipotensione arteriosa. Avvertenze Gravidanza, encefalopatia ipertensiva, insufficienza epatica o renale; ipotensione arteriosa; ipotiroidismo; asma; ipertrofia prostatica. Effetti collaterali Depressione respiratoria; bradicardia; […]

EPARINA FRAZIONATA

Caratteristiche Le eparine frazionate o a basso peso molecolare (dalteparina, enoxaparina, nadroparina, tinzaparina) sono prodotti della depolimerizzazione chimica o enzimatica dell’eparina non frazionata; possiedo- no un’attività anti-fattore Xa maggiore rispetto a quella anti-fattore IIa (trombina) e possiedono una minore affinità di legame con le proteine plasmatiche, l’endotelio, le piastrine e i macrofagi (ne con- segue […]

Crisi tireotossica

La crisi tireotossica insorge, più frequentemente, in soggetti ipertiroidei e, in alcuni casi, anche in soggetti apparentemente eutiroidei. Anamnesi L’indagine anamnestica deve ricercare, in un soggetto ipertiroideo, le condizioni che potrebbero scatenare la crisi tireotossica: • tiroidectomia, per morbo di Basedow o per adenoma tossico, in pazienti non sottoposti ad adeguata preparazione preoperatoria • sospensione […]

Cianosi

La cianosi è il colorito bluastro della cute e delle mucose secondario alla concentrazione, nel sangue capillare, di emoglobina desossigenata superiore a 5 g/dl. La cianosi è più evidente a livello delle estremità dove la cute è più trasparente (padiglioni auricolari, prolabi, zigomi, letto ungueale). La cianosi è apprezzabile in un soggetto poliglobulico anche in […]