ADENOSINA

ADENOSINA (Krenosin f 2 mi, 6 mg/2 mi)

Caratteristiche
L’adcnosina e un nucleoside endogeno che riduce la durata del potenziale d’azione atriale e rallenta il tempo di conduzione attraverso il nodo A-V.

Indicazioni
Conversione rapida a ritmo sinusale della tachicardia parossistica sopraventricolare, inclusa quella con vie accessorie (per esempio sindrome di Wolff-Parkinson-White). L’adcnosina, a differenza del
verapamil, può essere somministrata dopo un beta-bloccante.

Controindicazioni
Blocchi AV di II e III grado; malattia del nodo del seno (tranne in presenza di pacemaker); bradicardia; trapianto cardiaco; ipotensione arteriosa; asma.

Avvertenze
Il farmaco deve essere somministrato con cautela in caso di fibrillazione atriale o flutter con vie accessorie.

Effetti collaterali
Dolore toracico; dispnea; broncospasmo; senso di soffocamento; bradicardia severa; nausea; cefalea; torpore; obnubilamento del visus.

Posologia
Iniezione endovenosa rapida, impiegando una grossa vena periferica o una vena centrale, di 6 mg in 10 mi di soluzione fisiologica in 1-2 secondi, seguiti, se necessario, da 12 mg ev in 1-2 minuti e quin-
di, se necessario, da altri 12 mg ev in 1-2 minuti. La dose massima comulativa non deve superare i 30 mg.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *